EXILIS (Reg. n. 11513 del 26/11/2002)

EXILIS

Fitoregolatore.

Caratteristiche

Formulazione: liquido

Numero di registrazione: 11513 (26/11/2002)

***NOTA*** (4) Preparato commerciale ri-registrato provvisoriamente fino al 31/05/2021 (Decreto 13 novembre 2013, GU n. 4 del 07/01/2014). ***NOTA*** (3) L'autorizzazione all'immissione in commercio e all'impiego del preparato è prorogata fino al 30/06/2012, in attesa di decreto di rinnovo o di revoca. Il preparato può essere commercializzato e impiegato fino a pronuncia definitiva. (Decreto 28 dicembre 2011, S.O. alla G.U. n. 14 del 18/01/2012) ***NOTA*** (2) L'autorizzazione all'immissione in commercio e all'impiego del preparato è prorogata fino al 31/12/2010, in attesa di decreto di rinnovo o di revoca. Il preparato può essere commercializzato e impiegato fino a pronuncia definitiva. (Decreto 13 agosto 2008, GU n. 212 del 10/09/2008) ***NOTA*** (1) L'autorizzazione all'immissione in commercio e all'impiego del preparato è prorogata fino al 31/12/2008, in attesa di decreto di rinnovo o di revoca. Il preparato può essere commercializzato e impiegato fino a pronuncia definitiva. (Decreto 14 marzo 2005, GU n. 72 del 29/03/2005)

Indicazione di pericolo:

Classificazione CLP:

  • NESSUN PITTOGRAMMA

Composizione

  • 6-BENZILADENINA 2,00% (= 21,00 g/L)

Registrazioni

in pieno campo - produzione
Avversità
  • Diradamento chimico
    Dose su ettolitro: 250-1000 ml/hl
    Intervallo di sicurezza:  
    Note: Applicare il prodotto, intervenendo mediante i dosaggi indicati per Hl, quando i frutticini sul legno di 2 o più anni hanno dimensioni introno ai 12-14 mm di diametro (circa 20-28 giorni dalla piena fioritura). Il suo effetto diradante è ancora maggiore se associato ad acido naftalenacetico o se fatto seguire ad aide dell'acido naftalenacetico. Si possono aggiungere 100 ml/hl di un bagnante non ionico avendo cura di metterlo prima del preparato. Nell'impiego come diradante su Golden Delicious l'associazione del fitoregolatore col bagnante potrebbe aumentare la rugginosità dei frutti, pertanto si sconsiglia di aggiungerlo su quasta cultivar e si suggerisce comunque un programma di prevenzione a base di Gibberelline. Impiegare per irrorazione con getto finemente nebulizzato e bagnare uniformemente la pianta senza tuttavia eccedere in modo da evitare lo sgocciolamento. La quantità totale di soluzione per ettaro dipenderà dallo sviluppo delle piante e dal tipo di allevamento (mediamente 3-10 hl/ha). Per favorire l'emissione di nuovi rami il trattamento va eseguito dopo un0abbondante pioggia o irrigazione e dovrà essere preceduto o seguito da una concimazione azotata. Infine ripetere l'applicazione se entro 24 ore dal trattamento cadono più di 5 mm di pioggia.
in pieno campo - vivaio
Avversità
  • Anticipo produzione
    Dose su ettolitro: 500 ml/hl
    Altra dose: 750-1000 ml/20 litri d'acqua
    Intervallo di sicurezza:  
    Note: Applicare il prodotto, su coltura non ancora in produzione, al fine di accelerare l'entrata in produzione della pianta. Intervenire mediante il dosaggio indicato per Hl, effettuando 3 trattamenti, a distanza di 5-7 giorni l'uno dall'altro. Il primo intervento va eseguito quando i getti sviluppati dalla gemma apicale hanno una lunghezza di circa 5-7 cm e 4-6 foglie non ancora completamente distese. Il fitoregolatore va impiegato con volumi variabili da 300 a 1000 l/ha, a seconda dello sviluppo delle piante assicurando una uniforme bagnatura. Si consiglia l'aggiunta di un bagnante non ionico. Inoltre il preparato può anche essere impiegato anche con trattamenti localizzati alla gemma apicale delle piante al dosaggio di 750-1000 ml di prodotto diluiti in 20 litri d'acqua, spruzzando almeno 0,5 ml di soluzione per bagnare bene la gemma ed avere un leggero gocciolamento. Si possono aggiungere 100 ml/hl di un bagnante non ionico avendo cura di metterlo prima del preparato. Impiegare per irrorazione con getto finemente nebulizzato e bagnare uniformemente la pianta senza tuttavia eccedere in modo da evitare lo sgocciolamento. La quantità totale di soluzione per ettaro dipenderà dallo sviluppo delle piante e dal tipo di allevamento (mediamente 3-10 hl/ha). Per favorire l'emissione di nuovi rami il trattamento va eseguito dopo un0abbondante pioggia o irrigazione e dovrà essere preceduto o seguito da una concimazione azotata. Infine ripetere l'applicazione se entro 24 ore dal trattamento cadono più di 5 mm di pioggia.
  • Brachizzante (regolazione vigoria)
    Dose su ettolitro: 500 ml/hl
    Altra dose: 750-1000 ml/20 litri d'acqua
    Intervallo di sicurezza:  
    Note: Applicare il prodotto, su coltura non ancora in produzione, al fine di favorire l'apertura anticipata dei rami e migliorare l'angolatura della pianta stessa. Intervenire mediante il dosaggio indicato per Hl, effettuando 3 trattamenti, a distanza di 5-7 giorni l'uno dall'altro. Il primo intervento va eseguito quando i getti sviluppati dalla gemma apicale hanno una lunghezza di circa 5-7 cm e 4-6 foglie non ancora completamente distese. Il fitoregolatore va impiegato con volumi variabili da 300 a 1000 l/ha, a seconda dello sviluppo delle piante assicurando una uniforme bagnatura. Si consiglia l'aggiunta di un bagnante non ionico. Inoltre il preparato può anche essere impiegato anche con trattamenti localizzati alla gemma apicale delle piante al dosaggio di 750-1000 ml di prodotto diluiti in 20 litri d'acqua, spruzzando almeno 0,5 ml di soluzione per bagnare bene la gemma ed avere un leggero gocciolamento. Si possono aggiungere 100 ml/hl di un bagnante non ionico avendo cura di metterlo prima del preparato. Impiegare per irrorazione con getto finemente nebulizzato e bagnare uniformemente la pianta senza tuttavia eccedere in modo da evitare lo sgocciolamento. La quantità totale di soluzione per ettaro dipenderà dallo sviluppo delle piante e dal tipo di allevamento (mediamente 3-10 hl/ha). Per favorire l'emissione di nuovi rami il trattamento va eseguito dopo un0abbondante pioggia o irrigazione e dovrà essere preceduto o seguito da una concimazione azotata. Infine ripetere l'applicazione se entro 24 ore dal trattamento cadono più di 5 mm di pioggia.
  • Diradamento chimico
    Dose su ettolitro: 250-1000 ml/hl
    Intervallo di sicurezza:  
    Note: Applicare il prodotto, intervenendo mediante i dosaggi indicati per Hl, quando i frutticini sul legno di 2 o più anni hanno dimensioni introno ai 12-14 mm di diametro (circa 20-28 giorni dalla piena fioritura). Il suo effetto diradante è ancora maggiore se associato ad acido naftalenacetico o se fatto seguire ad aide dell'acido naftalenacetico. Si possono aggiungere 100 ml/hl di un bagnante non ionico avendo cura di metterlo prima del preparato. Nell'impiego come diradante su Golden Delicious l'associazione del fitoregolatore col bagnante potrebbe aumentare la rugginosità dei frutti, pertanto si sconsiglia di aggiungerlo su quasta cultivar e si suggerisce comunque un programma di prevenzione a base di Gibberelline. Impiegare per irrorazione con getto finemente nebulizzato e bagnare uniformemente la pianta senza tuttavia eccedere in modo da evitare lo sgocciolamento. La quantità totale di soluzione per ettaro dipenderà dallo sviluppo delle piante e dal tipo di allevamento (mediamente 3-10 hl/ha). Per favorire l'emissione di nuovi rami il trattamento va eseguito dopo un0abbondante pioggia o irrigazione e dovrà essere preceduto o seguito da una concimazione azotata. Infine ripetere l'applicazione se entro 24 ore dal trattamento cadono più di 5 mm di pioggia.
  • Stimola emissione germogli
    Dose su ettolitro: 500 ml/hl
    Altra dose: 750-1000 ml/20 litri d'acqua
    Intervallo di sicurezza:  
    Note: Applicare il prodotto, su coltura non ancora in produzione, al fine di migliorare lo sviluppo dei getti laterali. Intervenire mediante il dosaggio indicato per Hl, effettuando 3 trattamenti, a distanza di 5-7 giorni l'uno dall'altro. Il primo intervento va eseguito quando i getti sviluppati dalla gemma apicale hanno una lunghezza di circa 5-7 cm e 4-6 foglie non ancora completamente distese. Il fitoregolatore va impiegato con volumi variabili da 300 a 1000 l/ha, a seconda dello sviluppo delle piante assicurando una uniforme bagnatura. Si consiglia l'aggiunta di un bagnante non ionico. Inoltre il preparato può anche essere impiegato anche con trattamenti localizzati alla gemma apicale delle piante al dosaggio di 750-1000 ml di prodotto diluiti in 20 litri d'acqua, spruzzando almeno 0,5 ml di soluzione per bagnare bene la gemma ed avere un leggero gocciolamento. Si possono aggiungere 100 ml/hl di un bagnante non ionico avendo cura di metterlo prima del preparato. Impiegare per irrorazione con getto finemente nebulizzato e bagnare uniformemente la pianta senza tuttavia eccedere in modo da evitare lo sgocciolamento. La quantità totale di soluzione per ettaro dipenderà dallo sviluppo delle piante e dal tipo di allevamento (mediamente 3-10 hl/ha). Per favorire l'emissione di nuovi rami il trattamento va eseguito dopo un0abbondante pioggia o irrigazione e dovrà essere preceduto o seguito da una concimazione azotata. Infine ripetere l'applicazione se entro 24 ore dal trattamento cadono più di 5 mm di pioggia.
in pieno campo - vivaio
Avversità
  • Anticipo produzione
    Dose su ettolitro: 500 ml/hl
    Altra dose: 750-1000 ml/20 litri d'acqua
    Intervallo di sicurezza:  
    Note: Applicare il prodotto, su coltura non ancora in produzione, al fine di accelerare l'entrata in produzione della pianta. Intervenire mediante il dosaggio indicato per Hl, effettuando 3 trattamenti, a distanza di 5-7 giorni l'uno dall'altro. Il primo intervento va eseguito quando i getti sviluppati dalla gemma apicale hanno una lunghezza di circa 5-7 cm e 4-6 foglie non ancora completamente distese. Il fitoregolatore va impiegato con volumi variabili da 300 a 650 l/ha, a seconda dello sviluppo delle piante assicurando una uniforme bagnatura. Si consiglia l'aggiunta di un bagnante non ionico. Inoltre il preparato può anche essere impiegato anche con trattamenti localizzati alla gemma apicale delle piante al dosaggio di 750-1000 ml di prodotto diluiti in 20 litri d'acqua, spruzzando almeno 0,5 ml di soluzione per bagnare bene la gemma ed avere un leggero gocciolamento. Si possono aggiungere 100 ml/hl di un bagnante non ionico avendo cura di metterlo prima del preparato. Impiegare per irrorazione con getto finemente nebulizzato e bagnare uniformemente la pianta senza tuttavia eccedere in modo da evitare lo sgocciolamento. La quantità totale di soluzione per ettaro dipenderà dallo sviluppo delle piante e dal tipo di allevamento (mediamente 3-10 hl/ha). Per favorire l'emissione di nuovi rami il trattamento va eseguito dopo un0abbondante pioggia o irrigazione e dovrà essere preceduto o seguito da una concimazione azotata. Infine ripetere l'applicazione se entro 24 ore dal trattamento cadono più di 5 mm di pioggia.
  • Brachizzante (regolazione vigoria)
    Dose su ettolitro: 500 ml/hl
    Altra dose: 750-1000 ml/20 litri d'acqua
    Intervallo di sicurezza:  
    Note: Applicare il prodotto, su coltura non ancora in produzione, al fine di favorire l'apertura anticipata dei rami e migliorare l'angolatura della pianta stessa. Intervenire mediante il dosaggio indicato per Hl, effettuando 3 trattamenti, a distanza di 5-7 giorni l'uno dall'altro. Il primo intervento va eseguito quando i getti sviluppati dalla gemma apicale hanno una lunghezza di circa 5-7 cm e 4-6 foglie non ancora completamente distese. Il fitoregolatore va impiegato con volumi variabili da 300 a 650 l/ha, a seconda dello sviluppo delle piante assicurando una uniforme bagnatura. Si consiglia l'aggiunta di un bagnante non ionico. Inoltre il preparato può anche essere impiegato anche con trattamenti localizzati alla gemma apicale delle piante al dosaggio di 750-1000 ml di prodotto diluiti in 20 litri d'acqua, spruzzando almeno 0,5 ml di soluzione per bagnare bene la gemma ed avere un leggero gocciolamento. Si possono aggiungere 100 ml/hl di un bagnante non ionico avendo cura di metterlo prima del preparato. Impiegare per irrorazione con getto finemente nebulizzato e bagnare uniformemente la pianta senza tuttavia eccedere in modo da evitare lo sgocciolamento. La quantità totale di soluzione per ettaro dipenderà dallo sviluppo delle piante e dal tipo di allevamento (mediamente 3-10 hl/ha). Per favorire l'emissione di nuovi rami il trattamento va eseguito dopo un0abbondante pioggia o irrigazione e dovrà essere preceduto o seguito da una concimazione azotata. Infine ripetere l'applicazione se entro 24 ore dal trattamento cadono più di 5 mm di pioggia.
  • Stimola emissione germogli
    Dose su ettolitro: 500 ml/hl
    Altra dose: 750-1000 ml/20 litri d'acqua
    Intervallo di sicurezza:  
    Note: Applicare il prodotto, su coltura non ancora in produzione, al fine di migliorare lo sviluppo dei getti laterali. Intervenire mediante il dosaggio indicato per Hl, effettuando 3 trattamenti, a distanza di 5-7 giorni l'uno dall'altro. Il primo intervento va eseguito quando i getti sviluppati dalla gemma apicale hanno una lunghezza di circa 5-7 cm e 4-6 foglie non ancora completamente distese. Il fitoregolatore va impiegato con volumi variabili da 300 a 650 l/ha, a seconda dello sviluppo delle piante assicurando una uniforme bagnatura. Si consiglia l'aggiunta di un bagnante non ionico. Inoltre il preparato può anche essere impiegato anche con trattamenti localizzati alla gemma apicale delle piante al dosaggio di 750-1000 ml di prodotto diluiti in 20 litri d'acqua, spruzzando almeno 0,5 ml di soluzione per bagnare bene la gemma ed avere un leggero gocciolamento. Si possono aggiungere 100 ml/hl di un bagnante non ionico avendo cura di metterlo prima del preparato. Impiegare per irrorazione con getto finemente nebulizzato e bagnare uniformemente la pianta senza tuttavia eccedere in modo da evitare lo sgocciolamento. La quantità totale di soluzione per ettaro dipenderà dallo sviluppo delle piante e dal tipo di allevamento (mediamente 3-10 hl/ha). Per favorire l'emissione di nuovi rami il trattamento va eseguito dopo un0abbondante pioggia o irrigazione e dovrà essere preceduto o seguito da una concimazione azotata. Infine ripetere l'applicazione se entro 24 ore dal trattamento cadono più di 5 mm di pioggia.

Ti potrebbero interessare anche

ALBENE (Reg. n. 206 del 20/11/1971)

Insetticida a base di olio di paraffina.

  • olio minerale 78,10% (= 654,00 g/L)

CARPOVIRUSINE EVO 2 (Reg. n. 15598 del 21/01/2013)

Insetticida biologico in sospensione concentrata altamente selettivo per la lotta alla carpocapsa (Cydia pomonella) di pomacee e noce. Contenuto in sostanza attiva pari a [1 x (10 alla 13)] GV/l.

  • cydia pomonella granulosis virus 0,00% (= 0,00 g/L)

NOVAGIB (Reg. n. 9696 del 27/07/1998)

Fitoregolatore in formulazione liquida contro la rugginosità e per la buona finitura dei frutti di melo e pero.

  • gibberelline a4 e a7 1,00% (= 10,00 g/L)

In primo piano

SCAM, la nuova insegna capeggia sullo stabilimento di Modena

Video

Pomodori concimati totalmente Scam: Alta Produzione, Sostenibilità e Residuo Zero