torna all'elenco

Protezione

CIMOX 25 WP

Fungicida citotropico translaminare.
Caratteristiche CIMOX 25 WP (Reg. n. 8875 del 10/06/1996)

Formulazione: polvere bagnabile in s. i.

Indicazione di pericolo:

  • Tossicologica: Clp - banca dati in aggiornamento

Numero di registrazione: 8875 (10/06/1996)

***NOTA*** (5) L'autorizzazione all'immissione in commercio e all'impiego del preparato è prorogata fino al 31/05/2015 in attesa di decreto di rinnovo o di revoca. Il preparato può essere commercializzato e impiegato fino a pronuncia definitiva. (Decreto 30 giugno 2014, GU n. 172 del 26/07/2014) ***NOTA*** (4) L'autorizzazione all'immissione in commercio e all'impiego del preparato è prorogata fino al 30/06/2014 in attesa di decreto di rinnovo o di revoca. Il preparato può essere commercializzato e impiegato fino a pronuncia definitiva. (Informazione fornita dall'azienda) ***NOTA*** (3) L'autorizzazione all'immissione in commercio e all'impiego del preparato è prorogata fino al 30/06/2013, in attesa di decreto di rinnovo o di revoca. Il preparato può essere commercializzato e impiegato fino a pronuncia definitiva. (Indicazione fornita dall'azienda) ***NOTA*** (2) L'autorizzazione all'immissione in commercio e all'impiego del preparato è prorogata fino al 31/12/2010, in attesa di decreto di rinnovo o di revoca. Il preparato può essere commercializzato e impiegato fino a pronuncia definitiva. (Decreto 13 agosto 2008, GU n. 212 del 10/09/2008) ***NOTA*** (1) L'autorizzazione all'immissione in commercio e all'impiego del preparato è prorogata fino al 31/12/2008, in attesa di decreto di rinnovo o di revoca. Il preparato può essere commercializzato e impiegato fino a pronuncia definitiva. (Decreto 14 marzo 2005, GU n. 72 del 29/03/2005)

Composizione
CIMOXANIL 25,00%
Altri materiali

Per scaricare i materiali in pdf occorre essere registrati. Se sei già registrato inserisci username e password sopra, altrimenti registrati qui!

> Scarica PDF Etichetta aziendale [26/06/2017]

> Scarica PDF Pagina catalogo

> Scarica PDF Scheda di sicurezza [06/04/2016]

Registrazioni
Melone / Patata / Pomodoro / Rosa (ornamentale) / Spinacio / Tabacco / Vite /
Colture Intervallo di sicurezza Malattia / Dose / Note
Melone 10 gg
  • Peronospora delle Cucurbitacee (80-100 g/hl) - Iniziare i trattamenti quando si verificano le condizioni favorevoli allo sviluppo della malattia. Nel caso si intervenga su infezioni in atto effettuare due interventi ravvicinati a distanza di 4-5 giorni l'uno dall'altro. Nel caso di miscela con altri fungicidi antiperonosporici, il prodotto deve essere impiegato alle dosi più basse; è tuttavia consigliabile non impiegare mai meno di 500 g/Ha di formulato.
Patata 10 gg
  • Peronospora della Patata e del Pomodoro (80-100 g/hl) - Iniziare i trattamenti quando si verificano le condizioni favorevoli allo sviluppo della malattia. Nel caso si intervenga su infezioni in atto effettuare due interventi ravvicinati a distanza di 4-5 giorni l'uno dall'altro. Per l'impiego sulla coltura, da solo o in miscela, utilizzare un volume d'acqua compreso tra 50 e 500 l/ha in relazione allo stato di accresciemento della coltura. Nel caso di volumi d'acqua superiori, non superare la dose di 480 g/ha.
Pomodoro 10 gg
  • Peronospora della Patata e del Pomodoro (80-100 g/hl) - Iniziare i trattamenti quando si verificano le condizioni favorevoli allo sviluppo della malattia. Nel caso si intervenga su infezioni in atto effettuare due interventi ravvicinati a distanza di 4-5 giorni l'uno dall'altro. Nel caso di miscela con altri fungicidi antiperonosporici, il prodotto deve essere impiegato alle dosi più basse; è tuttavia consigliabile non impiegare mai meno di 500 g/Ha di formulato.
Rosa (ornamentale) non previsto
  • Peronospora della Rosa (80-100 g/hl) - Iniziare i trattamenti quando si verificano le condizioni favorevoli allo sviluppo della malattia. Nel caso si intervenga su infezioni in atto effettuare due interventi ravvicinati a distanza di 4-5 giorni l'uno dall'altro. Nel caso di miscela con altri fungicidi antiperonosporici, il prodotto deve essere impiegato alle dosi più basse; è tuttavia consigliabile non impiegare mai meno di 500 g/Ha di formulato.
Spinacio 10 gg
  • Peronospora dello Spinacio (80-100 g/hl) - Iniziare i trattamenti quando si verificano le condizioni favorevoli allo sviluppo della malattia. Nel caso si intervenga su infezioni in atto effettuare due interventi ravvicinati a distanza di 4-5 giorni l'uno dall'altro. Nel caso di miscela con altri fungicidi antiperonosporici, il prodotto deve essere impiegato alle dosi più basse; è tuttavia consigliabile non impiegare mai meno di 500 g/Ha di formulato.
Tabacco 10 gg
  • Peronospora della Cipolla (Peronospora schleideni) (80-100 g/hl) - Iniziare i trattamenti quando si verificano le condizioni favorevoli allo sviluppo della malattia. Nel caso si intervenga su infezioni in atto effettuare due interventi ravvicinati a distanza di 4-5 giorni l'uno dall'altro. Nel caso di miscela con altri fungicidi antiperonosporici, il prodotto deve essere impiegato alle dosi più basse; è tuttavia consigliabile non impiegare mai meno di 500 g/Ha di formulato.
Vite 10 gg
  • Peronospora della Vite (50-100 g/hl) - Iniziare i trattamenti, alla dose di 80-100 g/q.le d'acqua (dose minima 800 g/ha), quando si verificano le condizioni favorevoli allo sviluppo della malattia fino all'ingrossamento degli acini. Nel caso si intervenga su infezioni in atto effettuare due interventi ravvicinati a distanza di 4-5 giorni l'uno dall'altro. Il prodotto può essere impiegato alla dose di 50-60 g/hl in miscela con prodotti a base di rame, ditiocarbammati, folpet, dithianon, dodina, ecc. questi ultimi dovranno essere impiegati ad un dosaggio non inferiore al 70% rispetto a quello 'pieno' rispettato dalle rispettive etichette.

Usare i prodotti fitosanitari con precauzione. Prima dell'uso leggere sempre l'etichetta e le informazioni sul prodotto.

Privacy policy   -   Informativa Privacy   -   Cookie policy


Powered by Image Line®